Transfer price, bocciato il cambio di indicatore

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il sole 24 Ore 3 settembre 2018, p.  17

L’indice di redditività impiegato in corso di verifica dall’amministrazione finanziaria al fine di dimostrare la fondatezza delle rettifiche di transfer pricing non può essere dalla stessa modificato in sede di accertamento, senza un contraddittorio preventivo, pena l’illegittimità dell’atto impositivo per violazione del principio di cooperazione e lealtà tra amministrazione e contribuente, previsto dallo Statuto dei contribuenti. È quanto affermato dalla Commissione tributaria regionale della Lombardia con la sentenza 2629/24/2018 del 7 giugno scorso (presidente Ceccherini, relatore Sacchi), che segna un ulteriore punto a favore del contribuente nell’ambito delle controversie sui prezzi di trasferimento.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Sport: vincite sui pronostici imponibili all’estero

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 13 agosto 2018, p. 14

Le vincite da gioco su pronostici sportivi percepite all’estero da un contribuente fiscalmente residente in Italia costituiscono reddito diverso ai sensi dell’articolo 67, comma 1, lett. d), TUIR, e come tali concorrono al reddito complessivo IRPEF. Peraltro, in ossequio alle disposizioni contenute nel trattato contro le doppie imposizioni tra Italia e Francia, la vincita è da assoggettare a tassazione nel solo Stato di residenza del percettore. Pertanto, qualora la vincita sia stata assoggettata a prelievo all’estero, tale imposta va richiesta a rimborso all’Amministrazione finanziaria estera e non può essere scomputata dall’imposta italiana, da liquidarsi dunque sull’ammontare lordo della vincita. Sono questi i principi espressi nella risposta all’interpello n. 904-273/2018, con la quale la Direzione Regionale della Lombardia ha replicato alla richiesta di un contribuente italiano in merito al corretto inquadramento fiscale delle somme percepite a seguito di una vincita ad un gioco su pronostici sportivi gestita da una società monopolista francese.

Leggi l’articolo pubblicato