La rottamazione copre gli interessi da sospensione

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 26 agosto 2019, p. 14.

L’istituto della definizione dei carichi pendenti (rottamazione dei ruoli), più volte riproposto negli ultimi anni, prevede l’estinzione del debito erariale mediante il pagamento delle somme iscritte a ruolo a titolo di imposte e interessi per ritardata iscrizione a ruolo, con conseguente cancellazione delle sanzioni e degli ulteriori interessi, compresi non solo gli interessi di mora ma anche gli interessi sulle somme oggetto di sospensione (interessi da sospensione) ex articolo 39 del Dpr 602/1973. Sono le conclusioni cui è pervenuta la Commissione tributaria provinciale di Milano con la sentenza 2806/1/2019.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

È legittimo superare il plafond Iva a causa di un rimborso «a sorpresa»

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 29 luglio 2019, p. 16.

Se il superamento del limite annuale per la compensazione orizzontale è determinato dal rimborso effettuato tardivamente dall’agenzia delle Entrate, non è ammesso il recupero dello “splafonamento”, né tanto meno l’irrogazione di alcuna sanzione. È il principio affermato dalla Ctr Puglia con la sentenza 3559/4/2018.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Possibile l’integrativa lunga per il credito non dichiarato

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 17 giugno 2019, p. 20.

Le modifiche introdotte con il Dl 193/2016 in tema di dichiarazioni integrative “a favore” (termine lungo, anche oltre quello previsto per la dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo) si applicano anche per far rivivere il credito spettante, ma non dichiarato tempestivamente. È quanto sostenuto dalla Ctr Lazio con la sentenza 3164/2/2019.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Impianti in comodato al riparo del Fisco

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 10 giugno 2019, p. 21.

Un’azienda può legittimamente concedere ai propri fornitori – in comodato d’uso gratuito – gli stampi necessari per la lavorazione dei propri prodotti. È pertanto illegittima la pretesa con cui l’ufficio, in mancanza di evidenze di segno contrario, recupera a tassazione presunti canoni di noleggio di tali cespiti. Lo afferma la Ctp Milano con la sentenza 2075/1/2019.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Redditometro, rileva la somma disponibile

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 27 maggio 2019, p. 20.

In materia di redditometro, la presunzione su cui è fondato l’accertamento può essere superata dimostrando il solo possesso di redditi legittimamente non indicati in dichiarazione. Non è quindi necessario dimostrare che l’acquisto dei beni o servizi sia avvenuto proprio con quelle somme. È quanto affermato dalla Ctr dell’Emilia Romagna con la sentenza 394/2/2019. 

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Va integrata la voluntary sull’eredità

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 8 aprile 2019, p. 18.

La presentazione dell’istanza di voluntary disclosure riguardante elementi percepiti per successione mortis causa e non dichiarati ai fini di tale imposta, se non accompagnata da una dichiarazione integrativa o sostitutiva ai fini del tributo successorio, richiede l’intervento dell’amministrazione finanziaria per la rettifica e liquidazione del dovuto. Tale rettifica può essere esercitata entro il termine di cinque anni previsto per il caso di omessa dichiarazione, decorrente dal momento di presentazione dell’istanza di collaborazione volontaria. È quanto affermato dalla sentenza 623/03/19 della Ctp Milano.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Associazioni, salvo il presidente che firma solo il modello Redditi

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 25 febbraio 2019, p. 17.

L’articolo 38 del Codice civile, che impone ai rappresentanti delle associazioni non riconosciute una responsabilità solidale per il pagamento delle obbligazioni insoddisfatte dell’ente, richiede la dimostrazione dell’attività negoziale dagli stessi concretamente svolta nei confronti dei terzi. Pertanto, con riferimento alle obbligazioni tributarie, non è sufficiente la mera sottoscrizione della dichiarazione dei redditi per fondare la responsabilità solidale del legale rappresentante dell’associazione. È quanto affermato dalla Ctr Molise 603/1/2018.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata


 

Pensionati in fuga, tasse light anche sul secondo assegno

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 13 febbraio 2019, p. 26.

Un pensionato italiano trasferitosi in Portogallo pagherà le tasse nello Stato di residenza, anche per le pensioni percepite a fronte di attività diverse da quelle di lavoro dipendente. Dice questo la risposta a interpello n. 35, pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate: è la più rilevante di un ampio pacchetto dedicato al tema della fuga di cervelli e pensionati e della concorrenza fiscale tra Stati. 

Leggi l’articolo pubblicato


 

Trasferimenti, i depositi riducono il registro

di Gabriele Ferlito, Il Sole 24 Ore, 11 febbraio 2019, p. 16.

Nell’ambito del trasferimento di una azienda bancaria, i depositi della clientela, in quanto strumento essenziale per lo svolgimento dell’attività bancaria, sono in linea di principio passività inerenti al compendio aziendale e sono pertanto deducibili nella determinazione della base imponibile ai fini dell’imposta di registro. È quanto affermato dalla Corte di cassazione con la sentenza 888 depositata il 16 gennaio 2019.

Leggi l’articolo pubblicato

Leggi la sentenza commentata